SOCIETA' CIVILE - CERIPE SICILIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

SOCIETA' CIVILE

RIFLESSIONI
 

IL RUOLO DELLA SOCIETA’ CIVILE E GLI STRUMENTI DELLA PARTECIPAZIONE ATTIVA


Secondo una definizione mutuata da Civicus, World Alliance for Citizen Partecipation, un'organizzazione internazionale che ha recentemente promosso e coordinato una ricerca in più di 50 Paesi sul Civil society index, la società civile viene definita come «l’arena, fuori della famiglia, dallo Stato e dal mercato, dove le persone si associano per promuovere gli interessi comuni.
Il Terzo settore costituisce una galassia quantitativamente rilevante e piuttosto differenziata al suo interno per tipi e forme giuridiche diverse. Esse hanno in comune il fatto di essere organizzazioni private che operano senza scopo di lucro per realizzare una finalità di utilità sociale o prettamente solidaristica, in vari settori di intervento. Tutte concorrono a promuovere la partecipazione diretta dei cittadini, ad ampliarne le specifiche attività, a produrre servizi e a ridistribuire risorse?
Attualmente il potere dei partiti è più legato al controllo delle risorse dello Stato e alla gestione dell’ Istituzioni Pubbliche, dal livello nazionale a quello locale, piuttosto che alla loro presenza attiva nelle dinamiche della società civile e ad un forte legame di fiducia con i cittadini.
Lo stato delle cose necessita di un’azione per promuovere e sollecitare il protagonismo dei cittadini nella partecipazione diretta e informata alla cosa pubblica per l'«interesse generale». Ciò richiama la funzione prima del volontariato, quella educativa di promuovere la cultura e la pratica della solidarietà per la partecipazione responsabile delle persone permettendo così alla società di stare insieme e di affrontare i suoi problemi.
Mi voglio soffermare sul concetto di partecipazione diretta ed informata.

Una parte delle associazioni di volontariato che conosco sono impegnate in un settore specifico e spesso servono per compensare le carenze che le varie Amministrazioni Pubbliche provocano.
Un’altra parte invece serve a creare carriere politiche per i loro capi, che organizzano manifestazioni varie al solo scopo di creare una partita di voti da giocarsi sistematicamente ad ogni tornata elettorale. In questi giorni mi è capitato di ascoltare persone che ho conosciuti fin da ragazzi e che adesso sono adulti, ed a loro ho proposto un impegno serio per potersi preparare, cioè acquisire competenze, per essere domani pronti ad assumere degli incarichi di governo.
Ho potuto constatare, cari amici che leggete, che anche loro si ritengono pronti a candidarsi alle prossime elezioni e già da tempo lavorano per essere eletti, poiché fanno parte di un giro di persone immischiati in politica che sono pronte a dargli loro spazio. Sinceramente, conosco la loro preparazione ed ho molte perplessità sulla loro riuscita.
Un altro vecchio politicante col quale ho parlato di questo progetto, dopo un pò di tempo mi ha chiamato per telefono e mi ha detto: “Sei ancora entusiasta di cambiare le sorti della società?” Io ho risposto si. E lui ha ribattuto” mah! “
Da più di un anno studio il comportamento delle persone che meglio conosco nei confronti della politica.
Tutti hanno qualcosa di cui lamentarsi e tutti sperano che altri prendano iniziativa, ma nessuno è disposto a scendere in campo in prima persona. Io aspetto che qualcuno, molto umilmente, si metta a disposizione per iniziare un percorso nuovo.
Un cammino di formazione e di collaborazione che porti ogni singolo individuo ad essere capace di proporsi come un soggetto che rappresenta la cultura dell’interesse generale e ne rende possibile il perseguimento, attraverso una funzione culturale e politica capace di incidere sui processi sociali attrezzandosi per esercitare una funzione di governo (saper leggere un bilancio, progettare dei servizi, monitorare i bisogni, verificare gli esiti) e non solo di advocacy o di gestione; esso diviene attivatore anche della responsabilità pubblica.

Con Affetto Orazio Grosso Sgarrillo

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu